MARTINA FRANCA: LA GIUNTA COMUNALE SI E' ESPRESSA SULLA GESTIONE EMERGENZA DA COVID 19 A SEGUITO...



Premesso che in data 5 novembre 2020 è stata convocata la Conferenza dei Sindaci Asl Ta avente ad oggetto “Emergenza Sanitaria Covid-19” durante la quale il Direttore Generale della Asl di Taranto ha illustrato le proposte organizzative degli ospedali ionici al fine di individuare nuovi posti letto da destinare alle cure dei pazienti affetti da Sars Cov – 2; il piano illustrato riscontra una sollecitazione da parte della Regione Puglia e prevede scenari che rispondono ad un prevedibile incremento di diffusione della pandemia; la predetta previsione coinvolge progressivamente le strutture ospedaliere dell’intero territorio ionico; in questo scenario, mentre per alcuni Ospedali è prevista una riconversione integrale in plessi dedicati ad ospitare esclusivamente i pazienti Covid, per altri, fra cui il Presidio Ospedaliero “Valle d’Itria”, viene indicata una soluzione di tipo promiscuo con riconversione di alcuni reparti a strutture Covid e il mantenimento di altri reparti all’attuale funzione; per l’Ospedale di Martina Franca è prevista la riconversione in strutture Covid dei reparti di “Medicina, Cardiologia e Terapia Intensiva e Subintensiva” prima e successivamente anche di Pediatria; Considerato che la soluzione indicata, data la conformazione architettonica del Presidio che non assicura accessi e percorsi differenziati, mostra criticità legate alla compresenza all’interno della stessa struttura ospedaliera di ambienti che potrebbero essere esposti a rischi di contagio; si sono rivelate positive le soluzioni già sperimentate di interi complessi ospedalieri dedicati al Covid e sono presenti sul territorio strutture ospedaliere non utilizzate che possono essere adibite a reparti dedicati ai pazienti affetti da Covid; le cliniche private, che rappresentano il 60% dei posti letto delle provincia di Taranto, non sono coinvolte nel piano presentato; si rende necessario il loro apporto nella cura dei casi di Covid anche per consentire agli Ospedali pubblici di continuare a garantire l’accesso sicuro ai Pronto Soccorso e alla medicina di urgenza, tradizionalmente e quasi esclusivamente assicurato dalle strutture pubbliche; ​Dato atto che l’Amministrazione Comunale, al fine di ridurre il disagio dei cittadini in attesa all’esterno dell’ospedale cittadino, ha installato provvisoriamente, per il periodo estivo, dei gazebo forniti dalla Croce Rossa Italiana; visto il perdurare dell’emergenza e l’imminente stagione invernale, ha già deliberato di posizionare delle tensostrutture in metallo con pareti in PVC per evitare che i cittadini che abbiano necessità di usufruire dei servizi ospedalieri siano esposti alle intemperie per il tempo necessario al loro ingresso nel nosocomio; ha messo a disposizione della Asl di Taranto il Nuovo Foro Boario in località Ortolini per l’allestimento di un presidio della rete di Drive-through per l’esecuzione di tamponi; al fine di limitare l’afflusso degli utenti alla Farmacia ospedaliera e di preservare la struttura ospedaliera da rischi di diffusione del contagio, ha avviato la procedura per assicurare, grazie al partenariato con Cittadinanzattiva/Tribunale per i Diritti del Malato, il servizio di consegna a domicilio dei farmaci dispensati dalla Farmacia; Visti La Delibera del Consiglio dei Ministri del 31/01/2020 che dichiara, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili; Il Decreto Legge del 07.10.2020 n. 125 recante “Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID” che ha prorogato lo stato di emergenza al 31.01.2021; Il DPCM del 3 novembre 2020, che ha disposto “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19”, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19» fino al 03.12.2020; L’ Ordinanza del Ministro della Salute del 4 novembre 2020 “ Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19” che ha dichiarato la Puglia come “ caratterizzata da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto”; Vista il D.lgs. 267/2000 Visto lo Statuto Comunale Tutto ciò premesso; DELIBERA 1. che quanto in premessa sia opportunamente valutato dalle autorità sanitarie provinciali e regionali al fine di rivedere la proposta di Piano illustrata nel corso della Conferenza dei Sindaci Asl Ta; ​2. di trasmettere la presente deliberazione all’Asl di Taranto, alla Regione Puglia – Direzione del Dipartimento Promozione della Salute, al Presidente della Conferenza dei Sindaci; 3. di pubblicare il presente provvedimento all’albo pretorio e sul sito internet del Comune.

Trattandosi di un atto di indirizzo la presente deliberazione non necessità del parere tecnico e contabile ai sensi dell’art. 49 c. 1 del D.lgs 267/2000.

47 visualizzazioni
 
 
 
 
 
 

©2015 designed and created  Carone Francesco