L'ASSESSORE COMUNALE DI MARTINA FRANCA LASORSA INTERVIENE SUL PROVVEDIMENTO EMILIANO SULLA SCUOLA



"QUEL CHE PER ALCUNI È NIENTE PER ALTRI PUÒ ESSERE TUTTO. È chiaro che poter andare a scuola in presenza è meglio ma credo che il modello indicato dalla Regione Puglia nell'ordinanza 413 di ieri disegni la scuola del futuro, anzi del presente, e sia un atto di democrazia educativa senza eguali. Cerco di spiegare il perché. Perche mai un bimbo o un ragazzo che non può andare a scuola (pensiamo ai banali raffreddori/influenze stagionali; ai bimbi immunodepressi o figli di immunodepressi; a quelli che subiscono un accidente o un intervento; a quelli in quarantena o che precauzionalmente restano a casa perché vivono con un soggetto che ha avuto un contatto diretto con un caso accertato di Covid, p.es. il fratellino) dovrebbe perdere giorni e giorni di scuola quando la tecnologia oggi consente di seguire in diretta le lezioni con gli altri compagni di classe? Ne ho visti di bimbi e ragazzi strappati per mesi dalle lezioni e dal gruppo e quegli occhi tristi non li dimentico. Questo, per me, è garantire a tutti, ma proprio a tutti, il diritto allo studio mantenendo un filo di collegamento anche con i compagni. In epoca Covid e anche quando il Covid sarà un ricordo. Chi ha paura del futuro non ha futuro. Bravo Presidente."

536 visualizzazioni
 
 
 
 
 
 

©2015 designed and created  Carone Francesco