IL SOLE 24 ORE: SAILGP ARRIVA A TARANTO: DALLA PLASTICA ALLE BATTERIE, UNA REGATA A IMPATTO ZERO

I migliori skipper mondiali si sfidano su catamarani superveloci alimentati da batterie a ioni litio, mentre le altre barche vanno a biocarburante



E’ tutto pronto per le barche volanti nel mare di Taranto. Il SailGP del 5-6 giugno porterà in Italia otto catamarani F50 e mobiliterà un pubblico globale che supera abbondantemente il miliardo di persone, all’insegna dello slogan Powered by Nature.

SailGP è una delle più prestigiose competizioni veliche al mondo, assieme all’American’s Cup e alla The Ocean Race, molto significativa dal punto di vista sportivo, ma interessante anche dal punto di vista scientifico, per le tecnologie del futuro utilizzate negli F50, veri e propri bolidi del mare in grado di raggiungere i 50 nodi, vale a dire quasi 100 chilometri all’ora.


Presenti i big sportivi mondiali con le maglie di Australia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Spagna, Nuova Zelanda e Stati Uniti, nelle acque pugliesi si sfideranno i più grandi skipper del mondo, fra cui 18 atleti olimpionici – un nome per tutti è quello di Francesco Bruni, mito globale di Luna Rossa – a bordo dei catamarani armati di foil che fanno volare gli scafi e di batterie agli ioni di litio che alimentano i motori idraulici utilizzati per la regolazione delle vele. Questo sistema consente di avere a bordo solo due grinder e un equipaggio ridotto a cinque velisti.

Contrariamente alle altre regate, dove il risultato viene falsato dalla diversa potenza tecnologica delle barche, nel SailGP le imbarcazioni sono identiche e a fare la differenza è l'abilità degli atleti.


Le batterie saranno alimentate dal sole, grazie a una stazione di ricarica a marchio Tesla da oltre 50 kilowattora gen