TRA SUDORE, LACRIME E MARE TARANTO PUNTA AD ESSERE LA CAPITALE DELLA CULTURA 2022

Il capoluogo ionico è tra le dieci finaliste selezionate. Il Sindaco Melucci: "Occasione irripetibile per la rinascita"-




"La cura per ogni cosa è l'acqua salata: sudore, lacrime o il mare". È questa frase della scrittrice danese Karen Blixen a fare da 'fil rouge' alle immagini dello spot di lancio per Taranto e Grecìa Salentina capitale della cultura 2022, dal 9 gennaio visibile su Facebook, sui profili Ecosistema Taranto (@comunetaranto) e Taranto 2022 - Capitale italiana della cultura (@Tarantocapitale2022).


Taranto (come riporta anche il sito Ansa), è tra le dieci finaliste selezionate. Lo spot è stato ideato dall'agenzia Proforma e realizzato da Pippo Mezzapesa, regista e sceneggiatore di Bitonto (Bari). Scorrono immagini di bambini che giocano nella città vecchia, dell'Ilva, del Museo, delle processioni della Settimana Santa, della Concattedrale progettata da Giò Ponti, della chiesa di San Cataldo, dei due mari, dei delfini, dei marinai, degli spettacolari tramonti.

"Centoventi secondi - puntualizza una nota del Comune - di emozioni, di sguardi, di bellezza e sofferenza, di storia e di futuro, per un piccolo cortometraggio molto diverso dai classici filmati di promozione turistica".

Il regista Mezzapesa spiega di essere "legatissimo a Taranto, dove ho anche girato alcune scene del mio primo film e un corto (Settanta) che mi sta particolarmente a cuore. Questa città è molto più bella e struggente di qualsiasi spot". Per la realizzazione dello spot hanno lavorato più di sessanta persone tra cast artistico e cast tecnico, nel rispetto delle norme anti-covid. "Abbiamo immaginato un prodotto - sottolinea il sindaco Rinaldo Melucci - che andasse ben oltre la competizione per la capitale della cultura. Volevamo uno spot che lavorasse su orgoglio e appartenenza, su sacrificio e volontà di rinascita".

26 visualizzazioni0 commenti
 
 
 
 
 
 

©2015 Video M Italia