ROCCO MONACO OSPITE DI MI MANDA RAI TRE SU TRAPIANTI E VACCINI: "INNO A DONARE COME INNO ALLA VITA"

Rocco Monaco è stato ospite nella mattinata odierna della trasmissione nazionale di inchiesta e denuncia "Mi manda Rai Tre" per parlare di trapianti e di vaccini in tempi di Covid. Con la conduzione attenta di Federico Ruffo e Lidia Galeazzo si è parlato, alla presenza di altri ospiti importanti come il vice direttore del Corriere della Sera ed il presidente Nazionale AIDO dott. Caglioni, di come la pandemia abbia di fatto rallentato tutte le prestazioni e gli interventi sanitari . Le visite rimandate ed annullate da un anno a questa parte raccontano numeri impietosi a scapito della prevenzione e soprattutto della cura per le varie patologie. Difficoltà oggettive per la Sanità, soprattutto nel Mezzogiorno, anche in ragione della mancanza di medici ed infermieri. Il problema principale sembra anche essere riconducibile alla debolezza di fondo della medicina territoriale.


Particolarmente sentito ed accorato l'intervento di Rocco Monaco che ha raccontato la sua storia personale e l'inno a donare come inno alla vita. Lui che è in lista d'attesa da tredici mesi a Verona e Bari per il trapianto al rene e che, come ribadito in trasmissione, ha sempre la valigia pronta, sottoponendosi nel frattempo a dialisi. Nell'elogiare e rimarcare il grande lavoro svolto quotidianamente da tutti i medici ed infermieri del reparto di Nefrologia dell'Ospedale di Martina Franca, Monaco ha anche affrontato il tema vaccini in tempi di Covid chiedendo priorità nell'assunzione a beneficio di tutti gli altri che vivono la sua stessa situazione e spiegando che l'eventualmente trapianto è possibile solamente trascorsi i 6 mesi dalla somministrazione del vaccino. Temi caldi che hanno ripercussioni sui trapianti. Sono, infatti, meno 400 quelli eseguiti nel 2020 anche in virtù della Pandemia. Qui di seguito riportiamo il link per rivedere l'intervento di Rocco Monaco su Rai Tre




6 visualizzazioni0 commenti
 
 
 
 
 
 

©2015 Video M Italia