Cerca
  • Redazione Video M Italia

Regione: una proposta di legge per per la prevenzione del soffocamento in età pediatrica


L’ostruzione delle vie aeree causata da corpi estranei è la prima causa di morte accidentale dei bambini italiani con un’incidenza del 27%.

I dati dell’Istituto Superiore di Sanità non sono confortanti ed evidenziano la frequenza di questi incidenti che nel 65% dei casi interessano bambini di età compresa tra i 2 mesi e i 2 anni e più della metà di queste povere vittime ha meno di 4 anni. Nello specifico, ogni anno in Italia si verificano circa 450 episodi di inalazione di corpi estranei, che provocano la morte di circa 50 bambini.

Alla luce di questi dati, le Istituzioni sono chiamate a dare il proprio contributo, cercando di prevenire simili tragedie attraverso un’attività d’informazione, sensibilizzazione e formazione delle categorie di lavoratori maggiormente a contatto con i bambini.


Pertanto - si legge nella proposta di legge presentata dai consiglieri Marmo, Damascelli, Franzoso e Gatta - occorre che la Regione Puglia si doti di una legge che garantisca all’interno delle scuole dell’infanzia e di primo grado la presenza di personale formato sull’espletamento delle corrette manovre di rianimazione cardiopolmonare e disostruzione delle vie aree in età pediatrica.

Oltre alle suddette attività formative, è necessario informare i genitori sugli accorgimenti da attuare per prevenire questi tragici episodi e su come agire al loro verificarsi.


A tal proposito, la presente Proposta di Legge va nella direzione di prevenire tali incidenti, sia provvedendo a divulgare le tecniche necessarie per scongiurare conseguenze gravi e letali per i nostri bambini, sia informando e formando genitori e personale scolastico.

La presente Proposta di Legge e la relativa Relazione Tecnico-Finanziaria sono state redatte con la consulenza tecnico-giuridica della “Sezione Studio e Documentazione a supporto dell’Attività Legislativa” del Consiglio Regionale della Puglia.


La legge - illustrano i consiglieri firmatari, Marmo, Damascelli, Franzoso e Gatta - mira a promuovere la massima diffusione delle tecniche salvavita, della disostruzione delle vie aeree in ambito pediatrico con rianimazione cardiopolmonare, mediante percorsi formativi ed informativi volti a preparare i soggetti che hanno in custodia minori o operano negli ambiti frequentati dai minori. Le campagne di educazione ed informazione saranno promosse dalla Regione attraverso la stipula di apposite convenzioni o protocolli d’intesa con le Asl territoriali, l’Ufficio Scolastico Regionale, con le singole istituzioni scolastiche, con le Organizzazioni di volontariato e con altri soggetti presenti sul territorio pugliese che promuovono la difesa e tutela dei diritti dell’infanzia.

0 visualizzazioni