top of page
Ancora 1

Regione Carabinieri Forestale Puglia Gruppo di Taranto

Nell’ambito di una mirata campagna di controlli disposta dal Comando Regione Carabinieri Forestale “Puglia”, tesa ad individuare siti potenzialmente inquinati e discariche abusive, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Laterza hanno individuato un sito di smaltimento illecito di rifiuti speciali, anche pericolosi, costituiti da materiale proveniente da demolizione edile, componenti plastiche e metalliche di autovetture, rifiuti solidi urbani e R.A.E.E. (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) per un quantitativo stimato in oltre 5 metri cubi. Il tutto è stato smaltito all’interno di un’area boscata costituita da Macchia mediterranea.

Inoltre, ad aggravare il comportamento incivile ed illecito, l’area deturpata è connotata da una grande valenza ambientale ed eco sistemica poiché rientra nel perimetro dell’area naturale protetta “Parco Naturale Regionale – Terra delle Gravine”, nonché in Zona di Protezione Speciale (ZPS) e nella Zona Speciale di Conservazione (ZSC). Queste due ultime peculiarità fanno sì che l’area ricada nella rete di aree protette denominata “Rete Natura 2000”, comprendente i siti di importanza Comunitaria tutelati per la protezione della flora e della fauna ivi presenti.

Le modalità operative, i quantitativi e la tipologia dei rifiuti scaricati fanno presupporre che gli autori del reato siano titolari di imprese o responsabili di enti che eseguono abusivamente lavori edili o di riparazione automezzi, liberandosi dei rifiuti in maniera illecita.

L’accertamento dei militari costituisce soltanto l’incipit di una più complessa attività d’indagine che, sulla scorta degli indizi rilevati e degli ulteriori accertamenti in corso, cercherà di risalire in tempi brevi agli autori di un reato connotato dal disprezzo dell’ambiente e di tutti i benefici che lo stesso garantisce all’umanità.



21 visualizzazioni0 commenti

Comments


Ancora 2
Ancora 3
Ancora 4
Ancora 5
Ancora 6
Ancora 7
bottom of page