PRESENTATO IL PROGETTO “I ROSONI DI PUGLIA”, PROMOSSO DALLA COMPAGNIA DEGLI EXSULTANTI

Il progetto è necessario per strutturare iter e dossier di richiesta per il riconoscimento de ”I Rosoni di Puglia” quale Patrimonio Mondiale UNESCO.

Alle ore 12,00 del 21 giugno 2021 in piazza Odegitria - c/o l'Associazione Slow Travels - all'ombra della maestosa Cattedrale di Bari, è stato presentato il progetto e l'avvio della formazione del relativo Comitato Scientifico de "I Rosoni di Puglia": il percorso di sensibilizzazione - promosso dalla Compagnia degli Exsultanti - per strutturare iter e dossier di richiesta per il riconoscimento de ”I Rosoni di Puglia” quale Patrimonio Mondiale UNESCO.


Appuntamento con la stampa in tipico stile e convivialità "barivecchiani", con le sedie disposte in cerchio, mentre sul sagrato della Basilica la gioia "animata" di un matrimonio faceva da sfondo e piacevole sottofondo agli interventi dei relatori.


"Vorremmo che la meraviglia torni ad accendere lo stupore, attraverso un canto qunato più possibile "corale" - ha esordito Antonio V. Gelormini, presidente della Compagnia degli Exsultanti - consapevoli che il progetto è bello e coinvolgente. Sarà un lavoro dai tempi lunghi e dai contributi plurali, che vedrà protagonista un ventaglio largo di soggetti istituzionali, e sarà arricchito - nonché animato - dai contributi di associazioni culturali e singole persone, e che partirà con la costituzione di un Comitato Scientifico: motore propulsore per l’articolata e qualificata produzione di materiale di studio, necessaria e propedeutica alla richiesta che interesserà ben 33 rosoni pugliesi".


"Al completamento della formazione del Comitato Scientifico - ha proseguito Gelormini - seguirà l’individuazione della lista dei Rosoni componenti il progetto e la definizione formale delle linee guida di questa prima fase, con la conferma dei soggetti coinvolti ai massimi livelli (ANCI per i Comuni, CEI per le Diocesi, Rettori per le Università, MIC etc.).