PALAGIANO (TA): 35ENNE FA INCENDIARE DUE AUTOVETTURE, ARRESTATO ANCHE PER STALKING ED ESTORSIONE


Un palagianese è stato arrestato dai Carabinieri del Comando Stazione di Palagiano in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio Gip del Tribunale di Taranto. L’uomo, classe 1986, è indagato per le ipotesi di stalking, estorsione, violenza privata e danneggiamento seguito incendio.

Il 35enne che non avrebbe accettato la fine della relazione sentimentale con la compagna, ben presto avrebbe iniziato una serie di comportamenti vessatori, quali minacce, appostamenti e pedinamenti, servendosi anche di altre persone, sfociati nel più grave reato di stalking. In uno degli ultimi litigi, lo stesso avrebbe proferito, noncurante della presenza dei Carabinieri intervenuti, frasi minacciose contro la donna e dei suoi familiari, minacciando che avrebbe fatto incendiare le loro autovetture, qualora la stessa si fosse allontanata portando con sé la figlia. Altro grave episodio, riportato nei fatti oggetto di contestazione, riguarda la richiesta estorsiva posta in essere dall’indagato, consistita nel costringere la donna a consegnargli la sua carta postepay, per poi colpirla con calci e schiaffi. Al termine dell’ennesimo episodio intimidatorio, la vittima, con i propri familiari, ha deciso di allontanarsi dal centro palagianese, provocando la reazione dell’uomo che avrebbe commissionato l’incendio di due autovetture nella loro disponibilità, nella notte tra il 23 e il 24 di gennaio.

La donna, caduta in uno stato di grave e perdurante ansia, si è quindi rivolta ai Carabinieri, che hanno svolto gli accertamenti necessari, raccogliendo gravi indizi di colpevolezza sul conto dell’interessato. Quest’ultimo, una volta rintracciato dai militari e dopo le operazioni di rito, è stato conseguentemente tradotto presso la casa circondariale di Taranto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il procedimento penale a suo carico instaurato è nella fase delle indagini preliminari. L’indagato nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio di garanzia davanti al GIP.

55 visualizzazioni0 commenti