OSTUNI - TEATRO MADRE FESTIVAL 2021 PRESENTATO IN CONFERENZA STAMPA IL CARTELLONE COMPLETO

Si è svolta martedì 29 giugno, presso il Palazzo di San Francesco a Ostuni, la conferenza stampa di

presentazione della IV edizione di Teatro Madre Festival

Una sinergia di visioni, progetti, sogni. Un desiderio comune e diffuso di riappropriarsi di quanto perso in

questo ultimo anno. Un lavoro condiviso per far sì che in questa estate Teatro Madre Festival potesse

tornare con un programma ancora più ricco e diversificato. È quanto è emerso dalla conferenza stampa,

svoltasi martedì 29 giugno, presso il palazzo di San Francesco a Ostuni, in cui è stato presentato il

fitto calendario di spettacoli dal vivo della IV edizione di Teatro Madre Festival.


Alla conferenza stampa erano presenti i rappresentanti di tutte le realtà coinvolte in questo progetto che,

anno dopo anno, cresce e diventa sempre più centrale nella proposta culturale della città: Guglielmo

Cavallo, Sindaco del Comune di Ostuni; Michele Conte e Francesco Pecere, rispettivamente Presidente e

Direttore dell’Istituzione Museo Civico di Civiltà preclassiche della Murgia Meridionale, Maddalena Tulanti,

Consigliera di Amministrazione del Teatro Pubblico Pugliese ed Enrico Messina e Daria Paoletta, co-

direttori artistici di Teatro Madre Festival.


“I teatri sono stati chiusi troppo a lungo, privando le comunità del potere salvifico dell’arte e noi teatranti

del calore che solo un pubblico in carne e ossa può regalare. L’arte cura; il Teatro, la Musica, la Danza

leniscono le ferite dello spirito e ricostruiscono comunità. Per mesi, con un lavoro paziente e costante nel

nostro caro Teatro a Ceglie, in strettissima intesa con il Museo e l’Amministrazione di Ostuni e in sinergia

con il Teatro Pubblico Pugliese, abbiamo lavorato con l’obiettivo chiaro della ‘necessità’ di preparare

l’incontro con il pubblico con un’edizione di Teatro Madre Festival ancora più intensa, ricca, sorprendente,

che ritorna in uno dei luoghi più spettacolari della nostra terra, il Parco Archeologico di Santa Maria di

Agnano.”


E sono proprio i numeri a dimostrarlo. Per la IV edizione di Teatro Madre Festival, infatti, sono in

programma 17 appuntamenti tra Teatro, Musica, Danza e Nuovo Circo, destinati a un pubblico composito

per età e interessi.


‘Il Posto delle Favole d’Estate’, la sezione tout public di Teatro Madre dedicata alle famiglie, ha in

programma 7 spettacoli di compagnie provenienti da tutta Italia: teatro, narrazione, burattini, nuovo circo.


Si parte, domenica 18 luglio, con una prima assoluta regionale: Esterina Centovestiti, uno spettacolo

appassionato e coinvolgente che ha per protagonista Daria Paoletta, condirettrice del Festival, con la regia

di Enrico Messina. Venerdì 23 luglio, direttamente da Roma, Andrea Farnetani porterà in scena uno

spettacolo di giocoleria tanto delicato quanto esilarante, Love is in the air; si continua venerdì 30 luglio,

con Yes Land, uno spettacolo di acrobatica e clown in cui il siciliano, di stanza a Torino, Giulio Lanzafame

condurrà gli spettatori in un universo fatto di stupore e divertimento. Martedì 3 agosto sarà la volta del

teatro di narrazione, intenso ed evocativo, di Luigi d’Elia e F. Niccolini di Inti (Brindisi): il palco

dell’anfiteatro del Parco di Santa Maria di Agnano si trasformerà nell’antica foresta, bianca e sconfinata di

neve, in cui vive Zanna Bianca. Si continua venerdì 6 agosto con Doppio Zero, lo spettacolo della

Compagnia CarpeDiem (Trento), che incanterà tutti con acrobatiche performance di Nuovo Circo.


Mercoledì 11 agosto toccherà alla Compagnia Burambò (Foggia) e al loro teatro di figura, tanto amato dal

pubblico di Ostuni, nel dissacrante e divertentissimo Secondo Pinocchio. A chiudere il Posto delle Favole

d’Estate di Teatro Madre, sabato 14 agosto, la Compagnia dei Somari (Pergine Valsugana) con Il Piccolo

Clown, uno spettacolo delicatissimo di clownerie senza parole con in scena padre e figlio.


5 saranno gli spettacoli di Teatro Madre dedicati al pubblico adulto: 5 artisti/compagnie di diversa

estrazione e provenienza teatrale. Primo appuntamento martedì 20 luglio, con le ipnotiche coreografie

aeree di ResExtensa Dance Company, reduce dalla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di

Cortina, che porterà per la prima volta la danza a Teatro Madre con lo spettacolo dedicato a Leonardo da

Vinci. Martedì 27 luglio, il bravissimo Massimiliano Cividati racconterà, accompagnato da un pianoforte, la

titanica impresa della conquista di uno dei luoghi più estremi del pianeta nel suo Ghiaccio, la leggendaria

spedizione di Shackleton al Polo Sud. Domenica 1° agosto sarà in scena il teatro comico di Antonella

Questa che, con superba ironia, racconterà le trappole del giudizio e del pregiudizio con il suo Svergognata.


Domenica 8 agosto, la compagnia I Sacchi di Sabbia tesserà il grande racconto di Andromaca in una pièce

di teatro popolare d’arte al confine tra comico e tragico; infine, venerdì 13 agosto il divertentissimo

Leonardo Manera che presenterà Vivere! il suo nuovo lavoro che racconta, in chiave comica, quanto il

coronavirus abbia stravolto la nostra quotidianità.


E, dopo il successo dello scorso anno, non poteva mancare, a Teatro Madre, la grande musica, con 4

concerti imperdibili: domenica 25 luglio, il Trio Sudestino, capitanato da Vince Abbracciante, con Giorgio

Vendola al contrabbasso e Fabio Accardi alla batteria, presenterà Influencia do Jazz, un repertorio che si

ispira all’immaginario sonoro fatto di jazz, tango e colonne sonore; mercoledì 28 luglio, la Cantiga de La

Sirena condurrà il pubblico negli abissi di La Mar, una raccolta di musiche e canti appartenenti a diverse

tradizioni musicali che hanno come motivo conduttore il ‘nostro’ profondissimo mare, “la mar” in ladino.


Giovedì 5 agosto, la talentuosa Carolina Bubbico presenterà il suo ultimo album Il dono dell’Ubiquità, 15

tracce inedite che attraversano la world music, tra elementi R&B, jazz e pop su testi italiani. Domenica 15

Agosto (h.5.15), in un momento di eccezionale congiunzione tra arte e natura, quando Aurora apre il

giorno sorgendo dal mare proprio di fronte al pubblico dell’Anfiteatro, saranno la voce antica e cristallina di

Rachele Andrioli, accompagnata dalla fisarmonica di Rocco Nigro e dal violoncello di Redi Hasa a chiudere

questa IV Edizione di Teatro Madre Festival con Panacea, il Concerto all’Alba.


Infine, novità assoluta, nella notte dedicata alle stelle, martedì 10 agosto, uno special event (h. 22.00) a

cura di Armamaxa Teatro: la Via dei Canti, l’attraversamento teatrale notturno del Parco sulle ‘note’ della

Divina Commedia nel settecentesimo anniversario della morte del Poeta.


E poi ancora un’articolata proposta di laboratori per i più piccoli, performance musicali per l’accoglienza del

pubblico, il servizio di babysitting per gli spettacoli rivolti al pubblico adulto e le immancabili visite guidate

gratuite, curate dal SAC La Via Traiana, alla Grotta in cui è stata rinvenuta la ‘Madre’ di Ostuni e altre due

sepolture preistoriche.


Per maggiori info e dettagli sugli spettacoli: www.paginebiancheteatro.it


Botteghino e info utili


Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15, ad esclusione del Concerto all’alba -