OMICIDIO A BARLETTA, RIUNITO IN PREFETTURA IL COMITATO PROVINCIALE ORDINE E SICUREZZA PUBBLICA


Stretta immediata e poderosa sui controlli di polizia secondo nuove ed incisive linee operative di intervento, con particolare riguardo al centro storico ed ai luoghi della malamovida, ed attività investigativa capillare da parte delle Forze dell’Ordine per individuare al più presto l’autore dell’omicidio perpetrato questa notte a Barletta ai danni di un giovane di 24 anni, rimasto ferito mortalmente da una coltellata all’uscita di un locale notturno per motivi tuttora al vaglio degli inquirenti, che stanno esaminando a tappeto tutte le riprese delle telecamere della zona circostante il luogo dell’episodio criminoso.

Non si è fatta attendere la risposta dello Stato subito dopo l’episodio delittuoso verificatosi nella notte a Barletta, con il Prefetto Maurizio Valiante che ha convocato d’urgenza il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura, alla presenza dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine.

Disposti in particolare controlli straordinari e dinamici da parte delle Forze dell’Ordine, anche con modalità interforze, con l’ausilio di Reparti Speciali ed Unità Cinofile, cui si affiancherà in prima linea in maniera consistente e prolungata l’attività della Polizia Locale di Barletta (presenti in Comitato il sub commissario prefettizio dott.ssa Piazzolla e il Comandante della Polizia Locale Filannino), che garantirà già a partire da questa sera un immediato presidio di polizia fisso nel centro storico ed appositi servizi di viabilità stradale con pattuglie dedicate che consentiranno alle altre Forze dell’Ordine di potersi occupare pienamente delle attività di indagine, di prevenzione e contrasto dei reati.

Inoltre, si è stabilita l’attuazione di una strategia a più ampio raggio volta ad incidere sulla malamovida, attraverso un pacchetto di misure penetranti che saranno poste in essere dall’Amministrazione comunale volte ad assicurare una regolamentazione rigorosa delle attività di vendita di alcolici da parte dei locali, delle emissioni sonore e della diffusione ad alto volume della musica in città.

Daspo urbano nei confronti dei soggetti controindicati in attuazione del regolamento varato dal Comune di Barletta nell’ambito degli impegni assunti con la sottoscrizione del Patto per la Sicurezza Urbana.

Non saranno tollerate inosservan