OGGI A TARANTO LA “GIORNATA DEL VOLONTARIATO”


Mercoledì 1° dicembre, in occasione della 36^ Giornata Internazionale del Volontariato, il CSV Taranto promuove, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento Jonico Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture (DJSGE) e con il patrocinio dell’Assessore al Welfare, Politiche di benessere sociale e pari opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria della Regione Puglia, la “Giornata del Volontariato”, che si terrà presso la sede del Dipartimento, in Via Duomo a Taranto. Sarà una Giornata nella quale sarà celebrato il volontariato, il suo quotidiano impegno, la gioia del donare e del donarsi per il bene comune, risultati quanto mai evidenti proprio nel lungo periodo emergenziale, che purtroppo perdura ancora. Importanza del mondo del volontariato confermata – alle ore 12.00 – dalla ormai tradizionale visita dell’Arcivescovo Metropolita di Taranto, Mons. Filippo Santoro, che sarà accolto dagli organizzatori. Si riparte ancora una volta dai giovani ed è a loro innanzitutto che si rivolge l’invito “Agire il presente per costruire il futuro!” La Giornata prevede il pieno coinvolgimento degli studenti, che non saranno destinatari di attività, quanto piuttosto “co-costruttori” dei vari momenti del ricco programma (dettaglio www.csvtaranto.it). Importante per la piena realizzazione di questo obiettivo è risultata la collaborazione con l’organizzazione di volontariato Dedalo che ha profuso grande impegno nel raccordo con le associazioni di rappresentanza degli studenti e nel coinvolgimento di altre organizzazioni di volontariato e di terzo settore formate da giovani del nostro territorio, in particolare per la proposizione di attività fortemente orientate ai temi dello sviluppo sostenibile. I temi cardine della 36^ Giornata Internazionale del Volontariato – l’inclusione di chi spesso resta indietro, la lotta ai cambiamenti climatici, lo sviluppo sostenibile – saranno declinati a livello locale attraverso seminari, laboratori, testimonianze, per porre ancora una volta l’attenzione sull’importanza di adoperarsi tutti, insieme, per il benessere della nostra comunità e al tempo stesso di quella globale. Con gli studenti degli Istituti Scolastici Secondari di secondo grado di Taranto e provincia, da sempre protagonisti di iniziative del CSV Taranto come il progetto “Giovani in Volo.” sarà sviluppato un laboratorio di co-progettazione di un kit didattico, “Tanto mica gioco”, a cura di Comunicareilsociale.it; il “gioco” rappresenta un ulteriore strumento che il CSV sta realizzando per la sensibilizzazione dei giovani e giovanissimi alla cittadinanza attiva e al volontariato. Nella mattinata sono, inoltre, programmati due ulteriori momenti di approfondimento rivolti agli studenti, ai volontari, nonché ai cittadini interessati: il primo proprio sul tema Giovani e Volontariato, su cui il CSV Taranto investe da tempo anche attraverso attività di ricerca con l’università; il secondo incontro, organizzato in collaborazione con l’Ufficio Giustizia, Pace e Integrità del Creato dei Frati Minori d’Italia, ConTatto APS, l’IRSA CNR e Dedalo ODV, riguarderà il tema del mare e del suo legame con la città e vedrà la presentazione del terzo quaderno della Collana “Mar Piccolo e Taranto”.

Nel pomeriggio – con avvio ore 16.00 – si terrà un seminario di approfondimento di un tema di grande importanza e attualità per gli enti del terzo settore del territorio provinciale: l’avvio del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. I rappresentanti degli enti, ma anche i professionisti che sul territorio si occupano di terzo settore, avranno la possibilità di ascoltare gli interventi degli esperti riguardo l’avvio del RUNTS e le diverse questioni che ne conseguono, nonché di porre loro quesiti sulla materia. Grazie alla collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Taranto, la partecipazione darà diritto al riconoscimento di crediti formativi. A seguire il CSV Taranto presenterà “Prima di domani”, progetto pensato quando lo scorso anno la pandemia ha posto tanti limiti, in particolare nelle possibilità di incontrarsi, di costruire relazioni. Si è avvertita forte l’esigenza di trovare un modo alternativo per far conoscere il mondo del volontariato, per permettere ai volontari di raccontare le loro storie e quelle delle loro organizzazioni, raccontare anche i momenti più duri di questi lunghi mesi in cui hanno continuato a profondere impegno per i più fragili. È iniziata così la progettazione di un audio webdoc per dare voce al volontariato del territorio, perché possa “contaminare” la comunità per costruire un futuro migliore … prima di domani! La Giornata del Volontariato sarà così anche il primo momento di raccolta delle storie dei vo