Melucci: «Siamo al lavoro con Ance per sospingere i settori strategici della città»

Dopo i mesi di stop imprevisto imposto agli indirizzi dell'amministrazione comunale, riprende formalmente il dialogo con le associazioni di categoria della città. E tra queste, nel quadro delle trasformazioni urbane in corso e di sostegno ai settori economici più in sofferenza, per effetto della crisi energetica e del rincaro dei materiali, il sindaco Rinaldo Melucci ha avuto modo di ricevere a Palazzo di Città una qualificata delegazione dell'Ance ionica. Tra gli argomenti in discussione con il sistema delle imprese di costruzioni edili, si ritrovano l'individuazione degli ambiti di intervento di cui al Piano Casa della legge regionale n. 20/2022, l'esame di specifiche previsioni per il Borgo umbertino in relazione alla delibera del consiglio comunale n. 65/2007, l'aggiustamento della materia tariffaria per l'occupazione del suolo pubblico, il riordino delle cosiddette aree D11 in periferia, un approfondimento sulla gestione dei passi carrabili cittadini e, in ultimo, una riflessione sia sul partenariato pubblico-privato volto alla valorizzazione del patrimonio comunale, sia sugli aspetti della sicurezza sui cantieri e la formazione dei lavoratori del comparto. «Per un equilibrato sviluppo e l'ammodernamento della nostra città occorre mettere presto mano a situazioni amministrative legate a vecchie logiche, dannose per i settori dell'edilizia e dell'urbanistica - le parole del primo cittadino ionico a margine dell'incontro -. Ci sentiamo impegnati, giunta e consiglio, a fornire presto riscontri, semplificazioni e sollievo alle imprese locali, farà bene anche al mercato del lavoro in questa stagione di grandi investimenti programmati dalle Istituzioni. Ringrazio il presidente Fabio De Bartolomeo e tutti i colleghi di Ance Taranto per i preziosi spunti».ù




8 visualizzazioni0 commenti