MARTINA FRANCA: STRADE E SCUOLE, IL SINDACO SCRIVE AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA



Il Sindaco Franco Ancona ha inviato due lettere al Presidente della Provincia Giovanni Gugliotti: una per accelerare i lavori del sottopasso ferroviario della SP 58 per Alberobello e una per chiedere una sinergia con la Provincia al fine di programmare la delocalizzazione delle scuole del quartiere Carmine e di valutare la demolizione degli edifici vetusti preesistenti o la destinazione a funzioni più orientate alla socialità del quartiere.

La lettera relativa al sottopasso ferroviario della SP 58 segue quella del 10 agosto 2021 con la quale il Sindaco ha “sollecitato una celere e non più rinviabile esecuzione dei lavori del ponte ferroviario” poiché “fondamentali per un collegamento più agevole fra Martina Franca e Alberobello, nonché con le contrade e l’area industriale”.

“L’allargamento già realizzato della strada induce i mezzi pesanti ad imbattersi su un percorso che, giunto al vetusto ponte, induce gli stessi a dover svolgere manovre pericolose che mettono a rischio la sicurezza propria e delle tante autovetture che transitano sulla strada provinciale”. Prosegue la missiva in cui il Sindaco Ancona, in considerazione dei “gravi ritardi sul crono programma dei lavori”, chiede alla Provincia, al Settore Trasporto pubblico locale della Regione, al Gruppo Ferrovie Italiane, alle Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici, un incontro (anche in videoconferenza se necessario per accelerare i tempi) per “comprendere i motivi ostativi alla ripresa dei lavori”.

Nell’altra lettera riguardante gli edifici scolastici, il Sindaco Ancona sottolinea come il quartiere Carmine, “interessato in diversi decenni da una intensa edificazione e presenza di plessi scolastici di ogni ordine e grado che oggi contano 1039 studenti” sia quotidianamente luogo di un elevato afflusso di auto e bus del trasporto scolastico “incompatibile con la viabilità condizionata dalla presenza di edifici storici e con gli spazi pubblici esterni agli Istituti Scolastici insufficienti che non garantiscono adeguati livelli di sicurezza”. Per questo, ha spiegato il Sindaco, “questa Amministrazione si sta attivando per presentare un progetto utile al trasferimento di tutto o parte l’I.C. Chiarelli, ubicato nello stesso quartiere, in un’area prossima e più accessibile, al fine di decongestionare il traffico”. E’ necessaria un’azione sinergica delle due Amministrazioni in quanto

, conclude il Sindaco “gioverebbe notevolmente all’intera città e al Quartiere Carmine che sarebbe interessato da una vera e propria rigenerazione urbana che lo renderebbe vivibile e sostenibile”.

73 visualizzazioni0 commenti