MARTINA FRANCA: PROGETTO “DIFFERENZE”, CONTINUANO GLI INCONTRI CON GLI STUDENTI



Giro di Boa per il progetto “DifferenzeLaboratori sperimentali di educazione di genere nelle scuole medie superiori per contrastare la violenza sulle donne promosso dall’Uisp - Unione Italiana Sport Per tutti in partnership con la Rete nazionale dei centri antiviolenza D.i.Re, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e patrocinato dal Comune di Martina Franca.


In questi primi mesi si sono svolte lezioni frontali e laboratori tenuti da esperti del Settore che hanno incontrato gli studenti di due classi terze dell’IISS Da Vinci.


L’Assessora per i Servizi alla Persona, Tiziana Schiavone, dopo aver consegnato la Carta dei Servizi del Comune di Martina Franca, ha fornito agli studenti informazioni sull’attività svolte dalle Istituzioni (Regione Puglia, Ambito. 5 Martina Franca-Crispiano, Comune di Martina Franca) per contribuire a prevenire e a combattere il fenomeno della violenza di genere. L’Assessora ha rilevato che gli studenti non erano a conoscenza dei numeri utili per denunciare gli abusi.

La dott.ssa Paola Cellamare, assistente sociale e coordinatrice del Centro Antiviolenza “Rompiamo il Silenzio” ha tenuto delle lezioni affrontando i temi relativi agli stereotipi e pregiudizi di genere, alle origini culturali della violenza di genere, ai diritti e parità di genere, all’ identità sessuale, al linguaggio e discriminazioni e alle tipologie di violenza nelle relazioni di intimità. Nel corso degli incontri sono emersi, da parte dei ragazzi, vissuti soggettivi che hanno trovato spazio nella condivisione ed elaborazione da parte del resto della classe. Si è promosso, pertanto, non solo l’approfondimento degli argomenti trattati ma la condivisione e l’accoglienza delle esperienze e delle diversità date dalla complessità dei vissuti dei singoli.

Dott. Danilo de Lumé, collaboratore di P&B (People and Business) ha tenuto due incontri di role-playing. Le alunne e gli alunni dovevano fare le squadre di pallanuoto e organizzare un 'Festival on ice' rispettando tutte le diversità, le competenze fisiche e le differenze di genere. Una bella esperienza di lavoro di gruppo.


In questi giorni sono in corso gli incontri con il dott. Ruben Magno sull’importanza dello sport come consapevolezza di se e nelle prossime settimane i ragazzi saranno chiamati a realizzare un progetto finale a termine di questa esperienza.

Gli studenti hanno espresso la volontà di poter proseguire il cammino intrapreso per poter dare continuità al progetto, ritenuto utile, non solo per formazione e conoscenza teorica degli argomenti trattati, ma per l’esperibilità degli stessi nei vari contesti di vita delle alunne e degli alunni coinvolti, necessari per la loro crescita e consapevolezza.