Martina F.: Gli studenti del Majorana presentano "Il Patrimonio Culturale del Museo della Basilica"

REPORT

01-06-2022 - Gli studenti dell’IISS “E. Majorana” di Martina Franca presentano “Il Patrimonio Culturale del Museo della Basilica di San Martino nel Mondo Digitale”



Il 1 giugno nella Basilica di San Martino di Martina Franca è stato presentato ufficialmente il prodotto finale di un importante progetto formativo dal titolo “AR & VR for cultural heritage” volto alla digitalizzazione del prezioso patrimonio culturale custodito dal MuBa.

I protagonisti di questo PON "Scuola in libertà", Fondo Sociale Europeo (Codice Progetto: 10.2.2A-FSEPON-PU-2021-277), sono alcuni studenti del biennio dell’IISS “Ettore Majorana” di Martina Franca.

Nei suoi saluti di apertura la prof.ssa Anna Maria Gabriella MELE, dirigente scolastico del “Majorana”, ha ringraziato tutti gli intervenuti indicando la graditissima presenza in Basilica del professore Francesco Paolo SEBASTIO, esimio dirigente scolastico del Majorana dall’a.s. 1983/84 fino all’a.s. 1993/94. La preside ha espresso sentiti ringraziamenti al prof. Angelo Oliva, insegnante di “Informatica” e di “Scienze e Tecnologie Applicate” del Majorana, nonché esperto formatore nell’ambito del PON FSE “apprendimento e socialità”, per essere stato in grado di: “coinvolgere in un progetto che guarda ai tesori del passato e al patrimonio culturale, i ragazzi della Z-Generation - quei ragazzi nativi digitali cresciuti con il tablet o l’iPhone che sono esigenti, informati, veloci e difficili da conquistare alla conoscenza, con la loro attitudine ad essere costantemente connessi e attenti alle novità del momento - stimolando la loro partecipazione in un percorso formativo di crescita personale e collettiva che ha promosso l’interazione e il coworking, ossia la collaborazione in uno spazio fisico condiviso”.

L’idea che questo progetto formativo possa essere stata anche una occasione di crescita comunitaria è stata sottolineata dal sindaco, dott. Franco ANCONA, secondo il quale “la tecnica deve mettersi a disposizione della cultura e questo eccellente progetto sul MuBa farà conoscere virtualmente il nostro patrimonio culturale, al contempo potrà anche suscitare curiosità e ammirazio