Francavilla Fontana. Detiene della marijuana ai fini dello spaccio, arrestato 40ENNE




In Francavilla Fontana, i Carabinieri della locale Compagnia – Sezione Radiomobile, a conclusioni degli accertamenti, hanno proceduto all’arresto di un 40enne del luogo per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. In particolare, l’uomo è stato controllato dai miliari mentre percorreva a piedi il centro storico della Città e trovato in possesso 1,5 grammi di marijuana nascosta all’interno della tasca dei suoi pantaloni. La successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione dell’uomo, ha consentito rinvenire una busta di plastica contenente 530 grammi di analoga sostanza occultata nella sua camera da letto, nonché vario materiale utile al confezionamento della marijuana. Gli oggetti e lo stupefacente sono stati sottoposti a sequestro e l’arrestato, al termine delle formalità rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Punto di contatto: Luogotenente Cariche Speciali Muzzonigro.


COMUNICATI STAMPA COMANDO PROVINCIALE DI BRINDISI Brindisi. Circola per la città alla guida della sua auto, con oltre 100 grammi di hashish, arrestato. In Brindisi, i Carabinieri della locale Compagnia – Sezione Radiomobile hanno proceduto all’arresto di un 38enne del luogo per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. In particolare, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, l’uomo è stato fermato mentre si trovava alla guida della propria autovettura e trovato in possesso di un panetto di sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso di oltre 100 grammi e della somma di 3.105,00 Euro in contanti, ritenuta il provento dell’attività illecita. La sostanza stupefacente è stata sequestra e il denaro versato su un libretto in deposito giudiziario, mentre l’arrestato è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Brindisi. Punto di contatto: Maggiore Giovino. Latiano. Detengono in casa oltre 100 grammi di marijuana e hashish, arrestati due fratelli. In Latiano, i Carabinieri della Stazione di Mesagne hanno proceduto all’arresto di due fratelli del luogo, rispettivamente 21enne e 20enne, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio in concorso. In particolare, nel corso della perquisizione domiciliare effettuata presso la loro abitazione e di un altro locale in loro uso, i militari hanno rinvenuto:

  • una busta di plastica contenente 3 panetti di hashish del peso complessivo di 76,9 grammi;

  • una bustina contenente 14 grammi di marijuana, già confezionati in 10 ulteriori piccole buste;

  • una ulteriore bustina di nylon contenente 14 grammi di marijuana, già confezionati in altre 10 bustine;

  • vari oggetti utilizzati per la pesatura e il confezionamento dello stupefacente.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e i due giovani, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati accompagnati presso la loro abitazione agli arresti domiciliari. Punto di contatto: Capitano Corvino. Ceglie Messapica. Viola le prescrizioni degli arresti domiciliari e l’Autorità Giudiziaria dispone la sua custodia cautelare in carcere. In Ceglie Messapica, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito l’Ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Assise di Brindisi che ha disposto la sostituzione della misura degli arresti domiciliari in corso con quella della custodia cautelare in carcere, nei confronti di un 40enne del luogo. L’aggravamento della misura cautelare è scaturito conseguentemente alle violazioni delle prescrizioni degli arresti domiciliari che il Tribunale di Brindisi gli aveva imposto dopo il suo arresto per il reato di omicidio preterintenzionale di una 43enne, avvenuto in Ceglie Messapica il 21 dicembre 2020. All’atto della notifica dell’Ordine di carcerazione, l’uomo ha raggiunto il cassetto di un mobile presente nella sua abitazione al fine di prelevare alcuni farmaci salvavita che avrebbe dovuto portare con sé. In tale frangente ha afferrato un coltello da cucina custodito nel medesimo cassetto, con il quale ha tentato di colpirsi. L’immediato intervento dei militari presenti ha evitato conseguenze peggiori, pur essendo riuscito a trafiggersi lo stomaco. Sul luogo è intervenuto personale del 118 che lo ha soccorso e trasportato presso l'Ospedale di Brindisi ove è tuttora ricoverato non in pericolo di vita. Punto di contatto: Capitano Corvino. Torchiarolo. Commette una truffa tramite internet, denunciata. In Torchiarolo, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato una 21enne cittadina britannica, residente in Bologna, per truffa. In particolare, la donna dopo aver messo in vendita su internet la consolle di un videogiochi al prezzo di 450,00 Euro, ha riscosso la somma richiesta mediante ricarica postepay senza spedire la merce all’acquirente il quale ha presentato denuncia per il danno subito. Punto di contatto: Maggiore Giovino. Cisternino. Viola gli obblighi connessi ai contratti di appalto, denunciato un imprenditore edile. I Carabinieri della Stazione di Cisternino, a conclusione di specifici accertamenti, hanno denunciato un 39enne cittadino albanese titolare di una ditta edile con sede legale in Fasano, per violazione degli obblighi connessi ai contratti di appalto, del lavoratore e del committente dei lavori. In particolare, durante un servizio di controllo della sicurezza sui luoghi di lavoro, hanno eseguito un accesso in un cantiere edile allestito dalla ditta del citato imprenditore, constatando che costui aveva subappaltato a un’altra impresa edile i lavori commissionati, senza aver verificato idoneità tecnico professionale di quest’ultima. Le violazioni accertate sono state segnalate al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi per l’applicazione delle sanzioni amministrative previste. Punto di contatto: Capitano Cicala.