top of page
Ancora 1

EMERGENZA LUPI, CAROLI-PERRINI-PICARO: LA GIUNTA ASCOLTI IL GRIDO DEGLI

ALLEVATORI DELLA VALLE D'ITRIA.

“L’ultimo episodio risale solo a quattro giorni fa quando a essere sbranato è stato un asinello, ma ormai si è perso il conto delle pecore uccise o ferite dai lupi che, in Valle d’Itria, sono diventati una vera e propria emergenza. Nei giorni scorsi abbiamo ascoltato più volte il grido degli allevatori di Ostuni, Martina Franca e Ceglie Messapica che denunciano la perdita di diversi capi (non solo pecore, ma anche capre, cavalli e anche cani e gatti) barbaramente azzannati dai lupi. Un allarme talmente forte che ha spinto molti allevatori della Valle d’Itria a dar vita a un comitato spontaneo denominato Unità Protezioni Allevamenti Pugliesi che ha già scritto una lettera al presidente Emiliano per interessarlo al grave problema ma senza avere alcun riscontro.

“Sappiamo bene che la Convenzione di Berna, ‘Convenzione sulla Conservazione della vita selvatica e degli habitat in Europa’ del 19 settembre 1979, ratificata dall’Italia con legge del 5 agosto 1981, n.503, il lupo è tra le specie protette, il che impedisce di fatto, la cattura, l’uccisione, la detenzione e il commercio, ma il problema non pu? essere sottovalutato per questo abbiamo presentato una mozione per impegnare la Giunta a valutare l’opportunità di garantire incentivi economici agli allevatori per la realizzazione di recinzioni anti-lupo, ma anche impegnare le risorse necessarie per indennizzare gli allevatori che subiscono le perdite di bestiame a seguito degli attacchi dei lupi.”



4 visualizzazioni0 commenti
Ancora 2
Ancora 3
Ancora 4
Ancora 5
Ancora 6
Ancora 7
bottom of page