Crac Banca Valle d'Itria: 'Presidente Conte e Ministro Lezzi, tutelate i risparmiatori del Sud'


Il monito è lanciato da Rocco Monaco, Presidente Nazionale di Utelit, storica Associazione Nazionale Utenti Televisivi e Consumatori che torna a rivolgere il suo appello al governo, affinché il provvedimento di salvaguardia dei risparmiatori coinvolti dai crac degli istituti bancari, definita la nuova manovra finanziaria, possa riguardare anche quelli travolti dal dissesto della banca pugliese:

“Nel nuovo Documento di Economia e Finanza varato dal governo è stata prevista la somma di un miliardo e mezzo di euro proprio per risarcire, almeno in parte, i truffati dalle banche travolte dai crac finanziari. Ebbene – evidenzia Monaco – mi rivolgo ai vice premier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio ma soprattutto al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al Ministro Barbara Lezzi, espressione del nostro Sud, affinché parte di quel capitolo di spesa, in fase di attuazione della nuova manovra finanziaria, possa essere destinato anche ai 2000 piccoli risparmiatori che investirono nella Banca della Valle d’Itria restando poi travolti nel dissesto finanziario di quell’istituto bancario e che oggi ancora, a distanza di otto anni, attendono risposte.

Piccoli imprenditori, artigiani, agricoltori, le cui attività furono gravemente intaccate da quel crac finanziario e che oggi hanno il diritto di poter usufruire del pacchetto di aiuti annunciato dal governo. Ecco perché – continua il Presidente di Utelit – è importante che quel provvedimento non venga indirizzato solo a favore dei truffati delle banche del Nord, ma che possa invece riguardare anche i risparmiatori del Sud”.


Tutti i risparmiatori coinvolti nel crac della Banca della Valle d’Itria possono contattare Utelit, inviando una mail all’indirizzo: televisioni@hotmail.it



295 visualizzazioni
 
 
 
 
 
 

©2015 designed and created  Carone Francesco