Comando Provinciale Carabinieri Taranto Ufficio Nel primo pomeriggio di ieri, i militari

della Stazione di Marina di Ginosa (TA)

hanno tratto in arresto in flagranza un 38enne per estorsione e resistenza a P.U.

Nel primo pomeriggio di ieri, i militari della Stazione di Marina di Ginosa (TA), hanno tratto in arresto in flagranza un 38enne di origine nigeriana, senza fissa dimora, con regolare permesso di soggiorno, per estorsione e resistenza a P.U.

In particolare, il cittadino extracomunitario, avrebbe occupato abusivamente alcuni vani di un albergo situato a Castellaneta Marina (TA), temporaneamente in disuso come struttura ricettiva, ma regolarmente utilizzato da una azienda del posto come deposito di apparati elettrici.

Il titolare della predetta società, avendo notato da diversi giorni malfunzionamenti degli apparati elettrici dovuti ad anomali cali di energia, recatosi presso la struttura alberghiera al fine di accertarne le cause, sarebbe stato accolto dal nigeriano che, lo avrebbe minacciato con un bastone per obbligarlo ad allontanarsi.

I Carabinieri, chiamati dall’imprenditore, giunti sul posto, riscontravano che l’uomo, dopo aver arbitrariamente occupato alcuni locali della struttura alberghiera, tramite un allaccio abusivo ad un quadro elettrico che alimentava un contatore intestato alla società, utilizzava energia elettrica destinata al funzionamento degli impianti.

Nella circostanza, venivano constatati diversi danni ai locali interni della struttura, derivanti da forzate aperture di porte ed armadi.

L’arrestato, fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., veniva associato alla casa circondariale di Taranto.





69 visualizzazioni0 commenti