top of page
Ancora 1

Comando Carabinieri per la Tutela della Salute N.A.S. CARABINIERI DI TARANTO

I Carabinieri del N.A.S. di Taranto in prossimità delle festività natalizie hanno intensificato i controlli tesi alla verifica della corretta commercializzazione e tutela della salute dei consumatori di vari prodotti alimentari e non, soprattutto nei settori della produzione dolciaria, della commercializzazione di giocattoli, commercio e trasformazione di prodotti ittici (pasticcerie, esercizi commerciali, depositi prodotti ittici, pescherie, ristoranti):

· eseguiti in totale 60 controlli dei quali 20 non conformi (circa il 33%);

· accertate n. 27 violazioni di carattere amministrativo e segnalate n. 9 persone alle Autorità Amministrative competenti; contestate sanzioni per un valore totale di 20.000,00 €;

· eseguiti sequestri di strutture, alimenti per un valore complessivo di circa 700.000 €.

In particolare:

  • nel corso di un controllo ad una pizzeria della provincia di Brindisi venivano accertate gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali per le quale il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Brindisi emetteva ordinanza di sospensione;

  • in una pasticceria della provincia di Brindisi sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro amministrativo kg. 25 di prodotti tipici natalizi privi di qualsivoglia indicazione sulla provenienza e quindi della tracciabilità;

  • nel corso di un controllo ad un ristorante di Ceglie Messapica (BR) sono state accertate gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali per le quale il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Brindisi ha emesso ordinanza di sospensione dell’attività di ristorazione. Nella circostanza i militari hanno accertato la detenzione di alimenti privi di qualsivoglia indicazione sulla provenienza e quindi della tracciabilità sottoponendo a sequestro amministrativo un quantitativo di circa 35 kg. tra prodotti ittici e carnei;

  • In altre 9 imprese alimentari le accertate carenze igienico-sanitarie e strutturali sono state ritenute lievi per cui le medesime sono state sottoposte a provvedimento di diffida e prescrizione ai sensi della vigente normativa (D. L. 91/2014 e s.m.i.) finalizzate a sanare le non conformità rilevate.



34 visualizzazioni0 commenti

コメント


Ancora 2
Ancora 3
Ancora 4
Ancora 5
Ancora 6
Ancora 7
bottom of page