CISTERNINO: EMERGENZA UCRAINA


La guerra che sta colpendo l’Ucraina sta determinando l’arrivo di profughi in tutta Europa. Nei giorni scorsi anche due nostri concittadini hanno intrapreso un’azione di recupero profughi recandosi al confine con la Polonia. La nostra comunità sta dimostrando, anche in questa situazione, solidarietà e partecipazione, fornendo piena collaborazione all'accoglienza dei profughi ucraini.

Durante un incontro di coordinamento è stato individuato come punto di raccolta il piano terra della “Città dei Bambini”, dove sarà possibile portare alimenti a lunga conservazione (latte, pasta, riso, biscotti, salsa, pelati, fette biscottate, tonno…), prodotti per la pulizia della casa e di igiene intima e personale, nel seguente orario: dalle ore 8.00 alle ore 12.30 del Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì e dalle 15.00 alle 20.00 del Mercoledì.

Chi, invece, vorrà contribuire con una donazione in denaro, che verrà utilizzata per far fronte alle esigenze contingenti dei profughi che sono arrivati o arriveranno nel nostro Comune, potrà utilizzare le coordinate bancarie della Associazione Alveare (IT95O0860779170001000723593) indicando come causale "emergenza ucraina".

In questo momento non è opportuno organizzare punti di raccolti di alimenti e vestiti da inviare in Ucraina, in quanto attualmente non ci sono organizzazioni accreditate alla raccolta che possano garantire l’arrivo della merce in loco. Pertanto chi volesse sostenere le organizzazioni umanitarie, già operative sul territorio Ucraino, potrà donare utilizzando il numero 45525 (Unicef Croce Rossa UNHCR) oppure per il tramite della Caritas.

In queste ore ci si sta attivando per garantire ai profughi presenti sul territorio l’assistenza sanitaria e psicologica oltre che l’inserimento dei minori nell'ambito scolastico e in attività pomeridiane sportive e socio – ricreative, grazie alla disponibilità delle associazioni locali. Come condiviso in sede di incontro con la Prefettura, i Comuni provvederanno a raccogliere le eventuali disponibilità di accoglienza che provengano da privati cittadini che saranno inoltrate alla Prefettura, le cui modalità saranno comunicate Lunedì.

Cogliamo l’occasione per ringraziare i gruppi consiliari, le associazioni, le istituzioni religiose, i medici, i pediatri, le farmacie, i laboratori e tutta Cisternino, che sta mostrando di meritare appieno il titolo di “Città della pace”.

69 visualizzazioni0 commenti